Grandi Parchi della Tanzania

Quotazioni ad hoc per gruppi min. 10 partecipanti

da €,00

Un viaggio che prevede safari tra i più bei parchi e paesaggi del continente africano: la grande piana del Serengeti, il lago Manyara, il cratere Ngorongoro e il Parco di Tarangire resteranno nella loro incredibile bellezza impressi nella mente del viaggiatore che vuole ammirare ed assaporare la "vera Africa".





DOCUMENTI E VISTI
Per l'ingresso in Tanzania è necessario il visto d'ingresso ed il passaporto in corso di validità per almeno 6 mesi dalla data di partenza. Il visto può essere ottenuto anche all'arrivo nel Paese presso i tre aeroporti internazionali tanzaniani (Dar Es Salaam, Kilimanjaro e Zanzibar).

VACCINAZIONI
Per entrare in Tanzania non è più obbligatorio essere in possesso di un certificato di vaccinazione contro la febbre gialla; vivamente consigliata è la profilassi antimalarica (sebbene il controllo delle zanzare e le grandi altitudini del nord della Tanzania riducano molto il rischio di contrarre questa malattia, soprattutto nella stagione secca). Prima di partire è consigliabile recarsi dal proprio medico curante per farsi consigliare il tipo di profilassi più adatto.

VALUTA
La valuta locale è lo Scellino tanzaniano. L'Euro e il Dollaro Statunitense sono valute di uso comune; le carte di credito sono accettate in molti lodge (ma non in tutti).

MANCE
Al termine del safari è uso lasciare una mancia alla propria guida. In tutte le altre occasioni, una piccola mancia è senza dubbio gradita, anche se non obbligatoria.

CLIMA
La Tanzania gode di un piacevole clima tropicale, con temperature mediamente comprese tra i 18° e i 32°. Queste temperature tendono ad essere più basse lungo gli altipiani e nelle aree montane (Ngorongoro, Kilimajaro). La stagione umida (novembre-maggio) è divisa in due sottostagioni: mvuli, la stagione delle piogge brevi, va da fine ottobre a metà dicembre circa; masika, la stagione delle piogge lunghe, va da fine febbraio a fine aprile.

FUSO ORARIO
La Tanzania è due ore avanti rispetto all'Italia; quando in Tanzania sono le 14, in Italia è mezzogiorno (le 13 quando in Italia vige l'ora legale).

LINGUA
La lingua nazionale è il KiSwahili ma l'inglese è diffusamente parlato e scritto anche in tutti gli atti ufficiali.

ABBIGLIAMENTO
Si raccomandano scarpe comode con tacchi bassi. Altri accessori quali berretti, occhiali da sole, costumi da bagno, torce e repellenti contro gli insetti sono di utilità ed è preferibile portarli dall'Italia. La prima cosa da portare quando si va in Tanzania (e più in generale, in safari) è un binocolo. Poi, calzoncini/calzoni e magliette/camicie preferibilmente in cotone e lino, meglio se di colori 'mimetici' (verde e marrone, per intenderci), cambi sufficienti di biancheria intima, un paio di scarpe robuste da trekking, maglione di cotone (e anche uno di lana, le notti possono essere piuttosto fredde in alcuni periodi), giacca a vento, occhiali da sole, cappellino, creme abbronzanti e repellente per zanzare. E’ inoltre consigliabile portare con sé tutto il materiale fotografico in quanto difficile da reperire in loco.

TELEFONO
Nelle principali città sono presenti dei centri di telecomunicazione (TCC Extelcomms) dalle quali è possibile effettuare chiamate internazionali ed inviare fax. La copertura per la telefonia mobile è molto buona, e l'uso del telefono cellulare è quindi un'opzione da prendere in considerazione. Gli Internet Cafè stanno cominciando a prendere piede nei maggiori centri turistici, ma sono ancora poco diffusi nei lodge all'interno dei parchi e delle riserve. Per chiamare in Tanzania dall’Italia il prefisso internazionale è 00255. Per chiamare in Italia dalla Tanzania il prefisso internazionale è 0039.

ELETTRICITA’
La corrente è a 240 volt; quasi tutte le prese a muro hanno tre fori quadrati, come in Gran Bretagna. È consigliabile portare con sé un adattatore universale.


I PARCHI DELLA TANZANIA

Tarangire
Il parco si estende su un territorio ondulato di 2600 kmq a sud est del lago Manyara tra le pianure Masai e la macchia arida lungo il corso del fiume da cui prende il nome. E' l'habitat ideale per tutte le specie animali , quali leoni, leopardi, branchi di elefanti, antilopi, gazzelle zebre, giraffe e altri ancora, e vegetali ed è famoso anche per i suoi baobab. Il parco annovera, inoltre, tra le sue specie anche il Kudu, una particolare antilope d'acqua che vive nelle zone boschive del parco.

Serengeti
La pianura del Serengeti è adibita in gran parte a Parco Nazionale. Paradiso degli animali, rigidamente custodito, si estende su una superficie di 14.500 Kmq. Senza questi provvedimenti, leoni, elefanti ed ogni altra specie di animali sarebbero condannati all'estinzione. Cacciatori e mercanti d'avorio avrebbero annientato ogni forma di vita nella savana. Gli uomini, infatti, hanno sempre fatto stragi enormi di animali. Qui, invece, l'uomo li protegge dagli altri uomini e possono vivere nell'ambiente che è loro congeniale in completa libertà. In questo luogo l'unica "arma" consentita è la macchina fotografica o la videocamera. È senza dubbio il parco più visitato della Tanzania per la varietà di specie di animali e perché ospita la più grande concentrazione di erbivori del mondo. Il suo nome in lingua Masai significa "spazio esteso" e nel periodo che va da maggio a dicembre è più ricco di fauna in quanto gli animali vi migrano alla ricerca di nuovi pascoli e di acqua. Le varie stagioni: la più secca da giugno a novembre, la più piovosa, appunto, da dicembre a maggio, definiscono gli spostamenti degli animali e osservare queste migrazioni è realmente uno spettacolo indimenticabile. Fra il Serengeti e il Ngorongoro, inoltre, si trovano le Gole di Olduvai, nelle quali l'antropologo Leakey scoprì i più antichi resti umanoidi risalenti a 3 milioni e mezzo di anni fa. L'altopiano del Serengeti riserva spettacoli naturali, come l'alba e il tramonto, che qui acquistano un raro fascino. Come non rimanere emozionati, infatti, davanti al sole che si alza lentamente sulla savana e incomincia a colorare i prati e il cielo e a riflettersi, dorandoli, negli specchi d'acqua? Oppure trovarsi nella savana nell'ora del tramonto, proprio quando il sole incomincia a scendere e si nasconde dietro i rami di un'acacia dai fiori profumati, albero-simbolo dell'Africa? In quel momento il cielo si tinge di rosso, gli animali si nascondono e tutt'intorno si crea un'atmosfera di grande suggestione. Ci si sente in un'altra dimensione, più vera e più magica!

Ngorongoro
Il cratere di Ngorongoro è una meta che da sola giustifica un viaggio in Africa; il panorama dall'alto è indimenticabile è senza dubbio lo scenario più grandioso dell'Africa. Emozionante la discesa nel cratere ove vivono tutte le specie di animali della savana : scimmie, gnu, zebre, gazzelle, antilopi, bufali, rinoceronti, elefanti, ippopotami, leoni, leopardi, ghepardi, iene. Il vulcano ormai spento ha un diametro di 18 chilometri e le pareti sono alte 650 metri. Sul fondo, un lago alimentato da alcune sorgenti, ospita numerose specie di uccelli acquatici. Il cratere è circondato dalla Ngorongoro Conservation Area nella quale si è tentato un difficile esperimento di convivenza tra gli animali e l'uomo. i Masai ci vivono con le loro mandrie anche se dal 1979 non possono più coltivare la terra. Se il Serengeti si presenta come una pianura quasi brulla, il parco Ngorongoro stupisce per la ricchezza della vegetazione e per i paesaggi spettacolari che si susseguono. Vaste foreste, torrenti, terreni fertili, cascate e piccoli laghi sono il superbo dono che la natura ha regalato a questo luogo quasi idilliaco. Si percorrono chilometri e chilometri provando un continuo senso di meraviglia e di soggezione di fronte ai grandi spettacoli naturali che si alternano.

Lago Mayara
Parco Nazionale del Lago Manyara. Situato nella nota Rift Valley, profonda linea di frattura della crosta terrestre che si estende per oltre 5.000 km dal Mozambico al lago di Baikal nell'Ucraina, è caratterizzato da una rigogliosa vegetazione, da prati e paludi. Oltre 350 specie di uccelli sono presenti nel Parco ed è anche possibile ammirare leopardi e leoni mollemente adagiati sui rami delle grandi acacie. In questo splendido habitat per gli animali, abbondano bufali, elefanti, impala ed ippopotami. Nella parte sud del parco, inoltre, sono presenti sorgenti di acqua calda sulfurea.


Quotazioni ad hoc a partire da 10 partecipanti.



La quota di partecipazione comprende:

- Voli di linea in classe economica;

- Visite ed escursioni come da programma;

- Pensione completa (alcuni pasti in formula pic-nic);

- Sistemazione in hotel cat. 4* sup / 5* ad Arusha e ottimi lodge durante i safari, in camere doppie;

- Accompagnatore dall'Italia con un minimo di 20 partecipanti;

- Assistenza e guida/accompagnatore locale parlante italiano o inglese;

 

La quota di partecipazione non comprende:

- Mance, bevande, extra in genere.

 


GRANDI PARCHI DELLA TANZANIA
 

1° giorno ITALIA - ARUSHA
Partenza con volo di linea per Arusha. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno ARUSHA
Pernottamento e snacks a bordo. L’arrivo all’aeroporto di Arusha è previsto nel primo pomeriggio. Sbarco, trasferimento in hotel e sistemazione nelle camere riservate. Cena e pernottamento.

3° giorno LAKE MANYARA NATIONAL PARK
Prima colazione in albergo. Partenza per Mannara. Lungo il percorso sono previste delle soste ed il pranzo. Possibilità di ammirare il tramonto e di safari in questa splendido parco, dove potrete entrare in contatto con un mondo selvaggio di animali ‘’predatori’’. Cena e pernottamento in lodge.

4° giorno LAKE MANYARA – SERENGETI NATIONAL PARK
Prima colazione. Nel corso della giornata si proseguirà verso il Serengerti National Park, con fotosafari lungo il trasferimento. Pranzo durante il percorso. Sistemazione al lodge.Cena e pernottamento.

5° giorno SERENGETI NATIONAL PARK
Pensione completa al lodge. Intera giornata dedicata al fotosafari nella ‘’piana’’ di Serengeti, immenso teatro nel corso dell’anno di grandi migrazioni delle più varie specie di animali della savana. La bellezza del paesaggio, la sua notte stellata da ammirare intorno ad un fuoco acceso, vi terrà compagnia per poter apprezzare al meglio la savana.

6° giorno SERENGETI NATIONAL PARK - NGORONGORO
Dopo la prima colazione partenza per le gole di Olduvai e fotosafari in corso di trasferimento con pranzo pic-nic lungo il percorso. Arrivo al lodge, sistemazione, cena e pernottamento.

7° giorno NGORONGORO
Prima colazione. Nella prima mattinata possibilità di discesa all’interno del cratere per un fotosafari unico nel suo genere che vi permetterà di ammirare splendidi esemplari di leone, rinoceronte, bufalo, elefante ecc. Rientro al lodge per il pranzo. Tempo a disposizione per relax. Pernottamento in lodge.

8° giorno NGORONGORO – TARANGIRE NATIONAL PARL – ARUSHA
Dopo la prima colazione partenza per Arusha, attraversando il Tarangire National Park con pranzo e foto-safari lungo il percorso. Arrivo nel tardo pomeriggio ad Arusha. Sistemazione in albergo, cena e pernottamento.

9° giorno ARUSHA
Prima colazione in albergo. Mattinata a disposizione per attività individuali. Nella tarda mattinata trasferimento allaeroporto Kilimanjaro e partenza con voli di linea  per l’Italia. Snacks vari e pernottamento a bordo.

10° giorno arrivo in ITALIA
L’arrivo in Italia è previsto nelle prime ore della mattina.

 

Potrebbero interessarti anche

Dal 01/04/2017 al 15/11/2017

Tour le Perle Marocchine e il Sud

da € 880,00 / a persona
Scopri
Dal 01/07/2017 al 30/09/2017

Madagascar: Tour del Nord

da € 890,00 / a persona
Scopri
Dal 01/07/2017 al 30/09/2017

Madagascar: Tour del Sud

da € 1.230,00 / a persona
Scopri
Dal 01/04/2017 al 15/11/2017

Tour Oasi, Dune e Deserto in 4x4

da € 680,00 / a persona
Scopri